Abbiamo realizzato un'abitazione a Sotto il Monte (BG) in classe B (Cened) con VMC. In questi giorni freddi (-9°), si forma condensa che arriva a ghiacciarsi tra l'assito ed il freno vapore. Come intervenire?

Enrico Grillo, BG (Costruttore tetti / Strutture in legno): Abbiamo realizzato un'abitazione a Sotto il Monte (BG) in classe B (Cened) con VMC. Il sottotetto non è abitabile quindi è stata isolata la soletta in laterocemento, il pacchetto tetto è costituito da travetti in L.L., tavolato di abete, freno vapore, listello di ventilazione, listello portategola e tegola. In questi giorni freddi (-9°), si forma condensa che arriva a ghiacciarsi tra l'assito ed il freno vapore. Cio mi preoccupa non poco, avete dei suggerimenti su come intervenire dall'interno senza rimuovere pannelli fotovoliaici, solare termico ecc..?

ultimo aggiornamento
23.03.2012 (09.02.2012)
Nr.: 13666


Risposta team esperti Günther Gantioler:

Il nostro sospetto, per questo problema, è che la soletta in latero-cemento non sia coibentata in maniera idonea, o come spessori di isolazione (dovrebbe essere almeno 16 centimetri, minimo) oppure come posa dei freni vapore, sempre sulla soletta, che non sono nastrati a dovere.

In un modo o nell'altro, l'aria umida e calda degli ambienti abitati, attraversa indisturbata, o quasi, lo strato isolante, andando quindi a condensarsi dove viene bloccata sul suo cammino: sul freno vapore applicato al tavolato piö esterno! Essendo in particolare questo punto del tetto direttamente in contatto con l'aria fredda invernale, ghiaccia.

Le consigliamo prima di tutto di far eseguire un test di tenuta all'aria (o BlowerDoor per usare una denominazione impropria) da un tecnico qualificato, dopodiché sarà  egli stesso a suggerirle quali interventi sia possibile adottare.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.