Che legno impiegare per il rivestimento esterno di una casa con tavole lignee?

anonimo: Vorremmo fare un rivestimento esterno della casa con tavole di legno. Pensavamo di usare il larice per il colore grigio che assume in seguito all'ossidazione. Che legno ci consigliate e quanto periodica deve essere la manutenzione? È vero che il larice non ne richiede e viene sostituito ogni 25/30 anni?

ultimo aggiornamento
21.01.2016 (28.12.2015)
Nr.: 16931


Risposta team esperti Ing. Massimo Del Senno:

La manutenzione di un manufatto ligneo all’esterno è condizionata oltre che dalla specie legnosa anche (e più) dall’eventuale finitura (con le più importanti differenze tra filmogene o impregnanti) e da elementi progettuali (protezione dall’esposizione diretta alle intemperie ecc.).

Il durame di larice è resistente agli attacchi di insetti: se messo in opera in modo da evitare umidità superiori al 20 per cento e quindi attacchi fungini può svolgere funzioni di rivestimento per tempi anche lunghi senza bisogno di interventi. Per questo, nell’architettura tradizionale, elementi di spessore sottile venivano usati per realizzare “pelli a perdere” a protezione delle parti sottostanti dei manufatti. Va comunque detto che nel corso della loro vita di servizio le discolorazioni di questi rivestimenti possono non essere esteticamente gradite. Dato quindi che intervengono elementi di valutazione soggettivi non è possibile avanzare suggerimenti.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.