Che materiale utilizzare per rivestimento di una terrazza?

anonimo: A Bolzano città devo ricoprire il pavimento di una terrazza esistente orientata verso sud ed esposta normalmente alle intemperie.
Viste alcune costrizioni sullo spessore, avevo pensato di realizzare un decking con listelli di legno posati su magatelli ortogonali dello spessore entrambi di 2 cm.
Sono indeciso se impiegare abete o pino impregnati in autoclave oppure larice siberiano. Considerato il budget ristretto non posso pensare a specie esotiche o comunque costose. Vorrei avere qualche indicazione sulla durabilità delle diverse soluzioni, sui trattamenti che sarebbero necessari e un consiglio su quale potrebbe essere la specie migliore.

ultimo aggiornamento
23.05.2016 (26.04.2016)
Nr.: 17289

Categoria: Durabilità

Risposta team esperti Ing. Andrea Bernasconi:

Sulle diverse specie legnose da usare in situazioni particolari ci sono molte indicazioni su altre risposte contenute in questo servizio. In relazione alla domanda facciamo prima di tutto notare che gli spessori indicati sono particolarmente sottili, e necessitano quindi di un reticolo molto, forse troppo, spesso. 

Riguardo alla durabilità del legno nel caso delle possibilità indicate, è molto probabile che si comportino in modo assolutamente simile, in quanto la maggior durabilità naturale del larice dovrebbe essere compensata dal trattamento di impregnazione in autoclave negli altri due casi. In entrambi i casi non sono necessari trattamenti ulteriori. Per completezza di informazione ricordiamo che il trattamento in autoclave usa sostanze chimiche velenose per rendere il legno più durabile. 

Il listelli inferiori sono probabilmente appoggiati direttamente sul pavimento del terrazzo. La possibilità o meno di deflusso d'acqua, o il rischio o meno che restino a lungo a diretto contatto con l'acqua può essere un fattore importante in relazione ad un possibile degrado. Al netto di questo aspetto, se realizzato con materiale di buona qualità, anche e soprattutto in relazione ad un taglio e ad una disposizione degli anelli di crescita in sezione tali da non creare deformazioni, fessurazioni o torsioni del legno, si può contare su una durata di vita del grigliato di almeno due o tre decenni in entrambi i casi.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.