Come intervenire nel caso di una connessione esistente che non rispetta le distanza dai bordi?

anonimo: In una capriata con elementi in pino i nodi sono rinforzati con piastre in acciaio e bulloni M10 non calbrati. Purtroppo le distanze tra i bulloni e dai bordi sono molto ridotte (40 mm lungo la fibratura e 50 mm dal bordo caricato).
Pensavo di introdurre nuovi bulloni abbandonando i fori troppo vicini riempiendoli con cavicchi in legno incollati con resina mapewood 140. Non so se per i fori delle aste tese sia opportuno anche cucire le vicinanza dei fori con viti a tutta filettatura, diciamo una prima ed una dopo il foro lungo l'asse dell'asta.

ultimo aggiornamento
20.10.2016 (13.09.2016)
Nr.: 17609


Risposta team esperti Ing. Andrea Bernasconi:

La distanza fra i bulloni e fra il bordo e i bulloni è imposta per permettere un flusso corretto delle forze e soprattutto per impedire rotture premature per spacco trasversale del legno. Inoltre l'uso di piastre di metallo con spinotti o bulloni non calibrati non è decisamente la soluzione più consigliabile.

Il riempimento dei fori esistenti è senza dubbio una strategia ragionevole e sensata. Purtroppo ciò permette soltanto di ripristinare la resistenza a compressione del materiale esistente, mentre non permette di ripristinare la continuità della fibratura del legno. Concretamente ciò significa che si ripristina la resistenza al rifollamento, ma non il rischio di spacco trasversale locale, che resterà inficiato dalla presenza dei fori troppo vicini fra loro, o troppo vicini al bordo. 

Nell'ottica della soluzione suggerita nella domanda diventa quindi indispensabile spostare anche le linee di posa dei perni, in modo che le possibili linee di rottura dovute all'effetto della pressione laterale e del rischio di spacco trasversale non passino per i vecchi fori. 

La "cucitura" tramite viti a tutto filetto delle zone in prossimità dei fori esistenti e troppo ravvicinati fra loro è senza dubbio un'ottima proposta, che permette di ridurre il rischio di spacco locale del materiale. 

Ci teniamo ad aggiungere e sottolineare, anche alla luce del carattere pubblico di questo servizio, che l'intervento oggetto della domanda non è da considerarsi come usuale e deve essere accuratamente valutato, nella fattispecie del caso specifico, da un esperto di questo tipo di materiali e di collegamenti.  


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.