Come posso intervenire nel caso di attacco di insetti su travi in legno?

anonimo: Ho acquistato una villetta con tetto in massello di castagno “a vista”: avendo trovato in alcuni punti delle travi dei piccoli buchi (forse dovuti a tarli), avrei bisogno di sapere quali prodotti utilizzare o che “etichettatura” devono contenere per quanto riguarda la tossicità per l’uomo, visto che stiamo parlando anche di stanze dei bambini.

ultimo aggiornamento
22.03.2016 (14.03.2016)
Nr.: 17195


Risposta team esperti Ing. Massimo Del Senno:

Se il materiale impiegato contiene alburno (la parte del tronco più esterna, che nel castagno può raggiungere una larghezza di 5 cm ed è riconoscibile per il colore più chiaro) questo può essere attaccato da insetti (Hesperophanes cinereus e Anobidi), a questi ultimi si possono ricondurre i fori osservati (se con “piccoli” ci si riferisce a fori di diametro massimo di 4 cm).

La specie più frequente di Anobidi è Xestobium rufovillosum (“Orologio della morte”) che ha le dimensioni maggiori (gallerie e fori fino a 4 cm), ma per svilupparsi ha bisogno di umidità elevate (superiori al 20%); inoltre in genere non sfarfalla e l’iniezione di biocidi nelle gallerie agisce sia contro le larve che contro gli adulti. Anobium punctatum (il “tarlo”) sfarfalla (fori del diametro di 1,5 – 2 mm) e gli adulti depongono le uova in rugosità o screpolature dell’elemento legnoso (o nei fori da cui sono usciti), quindi elementi ben levigati e/o verniciati non sono di solito attaccati. Per agire contro infestazioni che abbiano avuto luogo nelle vecchie gallerie è opportuno iniettare biocidi (di solito del tipo per contatto, come la permetrina) nei fori visibili.

I prodotti disponibili in commercio sono corredati dalle informazioni necessarie ai fini di un uso sicuro, e comunque se l’impiego si limita all'iniezione delle gallerie non c’è contaminazione dell’ambiente.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.