Come posso otternere i valori caratteristici e medi di resistenza sulla base di alcune prove sperimentali?

anonimo: Per classificare le strutture in legno (di abete) di una copertura esistente, parzialmente da ricostruire, ho prelevato una trave e ho fatto realizzare 3 listelli di legno su cui effettuare prove per la determinazione della resistenza e flessione e del modulo elastico.
I valori Em,g ed Fm ottenuti dal laboratorio sono molto maggiori di quelli che mi aspettavo. Come posso ottenere i corrispondenti E0,min ed fm,k oppure quale profilo resistente posso assegnargli?

ultimo aggiornamento
10.10.2014 (04.04.2014)
Nr.: 15464


Risposta team esperti Ing. Massimo Del Senno:

In assenza di informazioni sulla geometria dei listelli ricavati e della normativa seguita per le prove non si possono fornire chiarimenti.

 

In merito ai valori molto maggiori di quelli aspettati è probabile che il materiale sottoposto a prova fosse netto, quindi era inevitabile che nelle prove a rottura si raggiungessero singoli valori significativamente superiori a quelli caratteristici(non è il caso di parlare di medie, data l’esiguità  del campione).

I profili di resistenza dei segati sono oggetto della norma

UNI EN 338, 2009: Legno strutturale - Classi di resistenza,

i criteri per l’allocazione del materiale nelle varie classi sono indicati nelle norme:

UNI 11035-1:2010 Legno strutturale - Classificazione a vista dei legnami secondo la resistenza meccanica - Parte 1: Terminologia e misurazione delle caratteristiche

UNI 11035-2:2010: Legno strutturale - Classificazione a vista dei legnami secondo la resistenza meccanica - Parte 2: Regole per la classificazione a vista secondo la resistenza meccanica e valori caratteristici per tipi di legname strutturale

 


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.