Come posso passare dalla classificazione a vista del legno tondo, eseguita in accordo con la UNI EN 1927-1, alla definizione delle caratteristiche meccaniche?

Andrea Alessio, BG (Architetto): Come posso passare dalla classificazione a vista del legno tondo, eseguita in accordo con la UNI EN 1927-1, alla definizione delle caratteristiche meccaniche?

ultimo aggiornamento
10.10.2014 (14.02.2014)
Nr.: 15381


Risposta team esperti Marco Luchetti:

Al fine di classificare legname tondo e attribuire allo stesso dei profili meccanici è necessario far ricorso alla circolare esplicativa C 11.7.2 »Legno massiccio con sezioni irregolari«:

»In aggiunta a quanto prescritto per il legno massiccio, per quanto applicabile, le travi con forme di lavorazione irregolari che comportino smussi o sezioni diverse lungo l’asse longitudinale dell’elemento, devono essere lavorate e classificate in base alla resistenza, in conformità a specifiche normative di comprovata validità. In assenza di specifiche prescrizioni, per quanto riguarda la classificazione del materiale, si potrà fare riferimento a quanto previsto per gli elementi a sezione rettangolare, senza considerare le prescrizioni sugli smussi e sulla variazione della sezione trasversale, purché nel calcolo si tenga conto dell’effettiva geometria delle sezioni trasversali

I difetti, una volta misurati secondo il documento normativo dedicato alla classificazione a vista, si consiglia di prendere come larghezza della sezione di riferimento il relativo diametro dello stesso elemento.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.