Devo progettare la stratigrafia del tetto di casa mia. Vorrei un consiglio

alessandro POMA, BG (Costruttore tetti / Strutture in legno): Devo progettare la stratigrafia del tetto di casa mia. Avevo pensato a questa (da interno ad esterno): perlina a vista, freno vapore, doppia pannellatura 6+6 fibra di legno, listello per areazione 4 cm, pannelli legno truciolari o tavola grezza, telo riflettente, cantinelle, tegole.
In molti dicono che il pannello in fibra di legno deve essere sigillato con opportuni teli e nastri in quanto dovessi prendere umidità  o peggio acqua questo si sfalda e diventa poltiglia. La casa sarà  a bergamo 200 m slm zona E.

ultimo aggiornamento
05.11.2015 (26.01.2011)
Nr.: 11416


Risposta team esperti Günther Gantioler:

La stratigrafia puo andare bene, ma puo, volendo, essere migliorata: due pannelli di fibra di legno da 8 cm ottimizzano il rapporto costo/benefici. Il problema del deterioramento del materiale ci puo essere nel caso di pesanti infiltrazioni d'acqua (ad esempio una tegola rotta), o di condensa interstiziale (ed esempio se il freno vapore sulle perline non viene nastrato sui giunti). Attenzione inoltre al telo riflettente posto direttamente sotto le tegole, le potrebbe riscaldare a tal punto da creparle! Meglio quindi una soluzione a doppio strato di ventilazione. Quello che le consigliamo è una soluzione piö semplice:

  • perline

  • freno vapore SD = 4 metri (nastrato sui giunti)

  • Doppio pannello fibra di legno da 8 centimetri

  • telo traspirante impermeabile (nastrato sui giunti). Eventualmente ne esistono in commercio alcuni che sono anche semi-riflettenti. Le ricordiamo in ogni caso che i teli riflettenti aiutano esclusivamente la prestazione estiva

  • listelli di ventilazione e portategole.

  • tegole.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.