Dovendo realizzare un "brise soleil", che specie legnosa mi consigliate?

anonimo: Dovendo realizzare un "brise-soleil" (in facciata e non a contatto con il terreno) e avendo visto nel prospetto della UNI EN 335 che la durabilità del larice è abbastanza confrontabile con quella del pino silvestre e che l'alburno del pino è "impregnabile" mentre l'alburno di larice è "moderatamente impregnabile" volevo capire quale fra queste due specie legnose (considerando che entrambe verrebbero trattate in autoclave) è più opportuno utilizzare senza prendere in considerazione specie più durabili ma anche più costose. Distinti saluti.

ultimo aggiornamento
10.07.2015 (22.05.2015)
Nr.: 16394


Risposta team esperti Ing. Massimo Del Senno:

Come risulta da questa tabella (adattata da Tropix – Cirad), entrambe le specie si prestano a questo tipo di impiego. 

                Proprietà fisico-meccaniche (*al 12% di umidità)

 

 Pino silvestre

 Larice

 Massa volumica *

 0,55 g/cm3

 0,60g/cm3

 Durezza Monin*

 2,6

 3,8

 Res. a compressione assiale*

 50 MPa

 52 MPa

 Res. a flessione*

 97 MPa

 90 MPa

 Modulo di elasticità*

 12900 MPa

 11800 MPa

 Coeff. Ritiro volumetrico

 0,45

 0,48%

 Ritiro tangenziale totale

 8,3

 8,2 %

 Ritiro radiale totale

 5,2

 4,2 %

 Punto di saturazione

 30

 26 %

 Stabilità

 Moderatamente  stabile

 Moderatamente  stabile

 Res ai funghi

 3-4 (da poco a  moderatamente  durabile)

 3-4 (da poco a  moderatamente  durabile)

res. agli insetti

Alburno non durabile (ben differenziato)

Alburno non durabile (ben differenziato)

res. alle termiti

S Suscettibile

S Suscettibile

Impregnabilità

3 - 4 poco o non impregnabile

4 non impregnabile

Classe di rischio

3, all’esterno non a contatto col suolo

3, all’esterno non a contatto col suolo

Sempre secondo CIRAD entrambe le specie per un uso in cui sia possibile un’umidificazione temporanea necessitano di un trattamento preservante adeguato


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.