E' normale che le travi di legno presentino dei fori di misura e grandezza variabili come se fossero saltati quelli che prima forse si presentavano come dei nodi?

anonimo: E' normale che le travi di legno presentino dei fori di misura e grandezza variabili come se fossero saltati quelli che prima forse si presentavano come dei nodi?

ultimo aggiornamento
05.11.2015 (27.10.2010)
Nr.: 11085


Risposta team esperti Marco Luchetti:

In prima approssimazione e in base alle informazioni in mio possesso le rispondo come segue:

 

      Definizione nodo: un nodo è definito come la porzione di ramo inclusa nel legno (UNI EN 844: 8.1 e 8.2). In genere i tessuti legnosi del ramo sono riconoscibili da un colore di tonalità  piö scura rispetto a quello circostante, che tende al grigio nerastro nel caso dei nodi marci, e da un orientamento della fibratura piö o meno acuto con l’asse del tronco.

 

Quando un nodo non è piö collegato solidamente al legno circostante, con la perdita di umidità  durante le fasi di stagionatura o essiccazione del segato puo arrivare a staccarsi completamente; è questo il caso del nodo cadente (UNI EN 844-9: 9.1.11).

 

Quindi, la presenza di »fori« dovuti a nodi cadenti risulta essere un »normale« comportamento del materiale legno.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.