E' possibile intervenire sulla ventilazione di un tetto mediante apertura e chiusura della medesima a seconda della stagione?

graziano mareggini, MO (Altro: artigiano): Chiedo gentilmente se possibile e di conseguenza utile controllare la ventilazione del tetto in legno (naturalmente costruito ventilato) mediante apertura e chiusura della medesima. Ad esempio durante le stagioni molto rigide chiudere la ventilazione in modo da non sottrarre calore all'abitazione e durante le stagioni calde riaprire la ventilazione.

ultimo aggiornamento
05.11.2015 (09.01.2012)
Nr.: 13551

Categoria: Ventilazione

Risposta team esperti Günther Gantioler:

Uno degli scopi principali nell'avere un tetto ventilato, è che l'aria in scorrimento va ad asciugare ed asportare l'umidità  in eccesso che proviene dalle abitazioni sottostanti. Eventuali formazioni di condensa avvengono principalmente nei mesi invernali, quindi chiudere la ventilazione è sconsigliato, se non dannoso.

È vero che un'intercapedine d'aria ferma puo migliorare la trasmittanza complessiva del pacchetto tetto, ma poniamola in termini pratici di realizzazione, dove lo scopo finale è quello di migliorare la prestazione termica della copertura durante l'inverno.

Una soluzione è quella di realizzare delle aperture mobili in gronda e sul colmo, in modo da chiudere il passaggio d'aria nella camera di ventilazione, ammettendo ovviamente che tale scelta non sia igroscopicamente sbagliata: c'è bisogno di meccanica, domotica, comandi e passaggio di cavi verso una centralina o in alternativa una rete wireless, ed il tutto dev'essere funzionale in qualsiasi condizione di tempo, da +80° a -10° (in climi caldi la temperatura sottotegola in estate è piö alta di quello che si pensi!), completamente impermeabile, e facilmente accessibile alla manutenzione.



La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.