E' possibile mettere in opera legno fresco?

anonimo: Per la realizzazione di un tetto di copertura in travi e morali in legno massiccio di rovere (travi 34x36-30x32 - 20x20 uso fiume- morali 8x8) con classe di resistenza D30 a norma NTC 2008 e DIN 4074-5. Nella relazione di calcolo elaborata dal progettista e' stata considerata una classe di servizio 1, il legname di rovere certificato D30 e' definito dall'azienda fornitrice a "taglio fresco" - con umidità  relativa del legno superiore di gran lunga al 40%. La fornitura puo essere accettata dalla DL o collaudatore? Le travi possono essere poste in opera? Da indagini commerciali non esiste legname di rovere massiccio in travi di dimensioni così grandi opportunamente stagionato e/o essiccato- affermazione vera?

ultimo aggiornamento
10.10.2014 (26.05.2014)
Nr.: 15558


Risposta team esperti Marco Luchetti:

Il fabbricante puo fornire del legno fresco e la legislazione corrente (Norme Tecniche per le Costruzioni e norma armonizzata UNI EN 14081-1 »Strutture di legno - Legno strutturale con sezione rettangolare classificato secondo la resistenza - Parte 1: Requisiti generali«) non ne impedisce l’utilizzo all’interno di opere di ingegneria.

In sede di progetto è pero necessario che lo strutturista dimensioni correttamente gli elementi considerando i relativi coefficienti (kdef) al fine valutare lo stato »fresco« del materiale strutturale fornito.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.