E' possibile realizzare un cappotto interno con 3 cm. di sughero per l'isolamento termoacustico?

stefano pedrini, BO (Altro: costruttore archi): Ho muri perimetrali di circa 30 cm. con l'impossibilità  di creare un cappotto esterno. se lo creo internamente con 3 cm. di sughero, piö una perlina di 2 cm. come copertura a vista, è una cosa sensata a livello di isolante termoacustico, oppure c'è di meglio stando sulla stessa cifra? e se c'è, cos'è?

ultimo aggiornamento
30.09.2014 (09.06.2007)
Nr.: 7183


Risposta team esperti Ing. Roberto TomasiGünther Gantioler:

Il livello di protezione termica del sughero è equivalente a quello di altri isolante naturali o artificiali. Se noi lo esprimiamo tramite il parametro di conducibilità  termica λ , possiamo vedere che i diversi materiali isolanti reperibili in commercio sono pressoché equivalenti in termini di isolamento termico.

Valori indicativi di λ [W/mK] per diversi materiali isolanti.

materiali isolanti

λ [W/mK]

Lana di roccia

0,040

Lana di vetro

0,040

Sughero

0,052

Fibre di legno

0,047

 

Dal punto di vista del rispetto dei parametri minimi prescritti dalla recente normativa per il risparmio energetico, 3 cm di isolante non sono sicuramente sufficienti, ma ci vogliono almeno 6 cm per le regioni settentrionali dell’Italia.

Avendo adottato il cappotto interno in un edificio in muratura, per evitare condense devo comunque prevedere un freno a vapore sd = 2 metri verso l’interno della parete. Un’alternativa è utilizzare al posto del perlinato un pannello OSB oppure cartongesso (quello rosa per i bagni) che mi consentono di limitare la trasmissione del vapore. In ogni caso la tenuta all’aria è fondamentale per questi sistemi, che devono essere completamente stagni (esistono nastri appositi per le giunzioni): per queste ragione nessuna presa di corrente elettrica deve essere realizzata forando questo di cartongesso oppure OSB (in questo caso quindi occorrerà  fare un altro pannello per l’alloggiamento degli impianti e delle prese elettriche).

Lavorando con strutture di legno è piö semplice realizzare anche il cappotto interno, perché rischio di meno perchè in quanto lo strato strutturale è meno freddo rispetto alla muratura.

Dal punto di vista del potere fonoisolante il sughero non è un materiale adatto per le pareti, mentre viene utilizzato nei solai per ridurre i livelli di calpestio. Come protezione acustica meglio adottare altre soluzioni come la fibra di legno o canapa ed i pannelli di cellulosa. In ogni caso la listellatura per l’appoggio della controparte non dovrebbe toccare il muro, per evitare di trasmettere il suono all’esterno.

Uno svantaggio dato dall’utilizzo del sughero come isolante è sicuramente quello delle possibilità  del sughero di produrre un odore per tutti gradevole, specie nei periodi estivi.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.