Esistono strumenti per la misura in continuo dell'umidità del legno?

anonimo: Esistono strumenti per la misura in continuo dell'umidità del legno?

ultimo aggiornamento
21.01.2016 (02.12.2015)
Nr.: 16885


Risposta team esperti Ing. Massimo Del Senno:

La domanda come è posta può riferirsi sia alla misurazione continua dell’umidità in un punto di un elemento ligneo, sia alla misura, ad esempio per controllo di qualità, dell’umidità di elementi lignei che vengono controllati in successione.

In entrambi i casi si deve ricorrere a metodi indiretti (cioè alla misura di parametri correlati all’umidità tramite opportuni algoritmi).

Per la misura dell’evoluzione dell’umidità in un punto fisso si possono, almeno in linea di principio, utilizzare i metodi “elettrici”. Tra questi il più noto e probabilmente più utilizzato è quello conduttometrico dato che la resistività (peraltro alta) del legno è funzione dell'umidità (aumenta al suo diminuire e viceversa). In pratica i sistemi più diffusi vedono l'uso di strumenti che “leggono” la resistività mediante elettrodi metallici infissi nel legno (vedi anche UNI EN 13183-2). Altri strumenti misurano la costante dielettrica del legno (misura della capacità o dell’angolo di perdita); sono di uso molto semplice ed immediato e sono in genere costituiti da una testa porta elettrodi da appoggiare alla superficie del legno

Mentre le misure dirette forniscono un valore medio di umidità dell'intero elemento, i metodi indiretti restituiscono un valore locale, con possibilità di errori significativi nel caso in cui si posizionino gli elettrodi in corrispondenza di zone di accumulo di umidità; è inoltre necessario introdurre correzioni dipendenti dalla specie e dalla massa volumica e dall’intervallo di umidità in cui ci si trova ad operare.

Per il controllo di processo in continuo è chiaro che occorre utilizzare procedure che non implichino il contatto fra l’apparecchiatura di misura e il materiale. Per questo motivo stanno affermandosi metodi basati sull’assorbimento dell’energia di radiazioni nel campo dell’infrarosso vicino e delle microonde. I dispositivi oggi disponibili associano ai sensori funzioni di controllo dei parametri del materiale (massa volumica) e delle condizioni di misura (temperatura frequenza) che consentono la correzione della lettura in modo da restituire valori che possono avere coefficienti di correlazione con le misure gravimetriche superiori al 90 per cento.

In rete sono disponibili informazioni fornite da produttori e/o installatori di questi dispositivi, utilizzando come parole chiave: timber, moisture measurement, in line.

 

 


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.