Il modulo Kser deve essere utilizzato anche per le verifiche agli SLE nei confronti di azioni sismiche (spostamenti orizzontali e/o di interpiano)?

anonimo: In merito al p.to 2.2.3 EC5 ed al p.to 6.4 del documento tecnico 206/2007 e per la parte riguardante le verifiche in condizioni di esercizio a lungo termine (creep) mi chiedo se sia corretto procedere con la riduzione pari a (1+Kdef) dei moduli medi di elasticità, taglio e scorrimento Kser anche per le verifiche nei confronti degli spostamenti orizzontali (SLE) e/o di interpiano allo SLD.

ultimo aggiornamento
01.10.2017 (10.09.2017)
Nr.: 18389


Risposta team esperti Ing. Roberto Tomasi:

La deformazione a lungo termine viene essere calcolata utilizzando i valori medi dei moduli elastici ridotti opportunamente mediante il fattore 1/(1+ kdef) per le membrature e utilizzando un valore ridotto con lo stesso fattore del modulo di scorrimento dei collegamenti, dove kdef è il coefficiente che tiene conto dell'aumento di deformazione nel tempo dovuto all'effetto combinato della viscosità e dell'umidità.

Tale coefficiente è da applicare per verifiche a lungo termine, e quindi non si applica nel caso di azioni sismiche che sono da considerarsi come "istantanee".


La mia domanda alla redazione...

Gentile utente, a causa della riorganizzazione del servizio al momento non è possibile inserire le domande agli esperti. Cerchiamo di riattivare il servizio non appena possibile.

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.