In un bagno (locale favorevole ad umidità elevate) sono presenti dei pilastri in legno con la base sollevata da terra di pochi millimetri: c'è pericolo di deterioramento dovuto a risalita capillare? Come posso trattare la base dei pilastri affinché non si usurino?

Mariachiara Mazzanti, BO (Architetto): In un bagno ci sono pilastri, travi e un tavolato in legno di abete (c'è un soppalco sopra il bagno).
Mi spaventa la base dei pilastri, che non arrivano proprio a terra, ma sono sollevati di pochi mm. Per me troppo poco per evitare che l'acqua di risalita si asciughi tramite ventilazione.
Come posso trattare la base dei pilastri affinché non si usurino?

Travi e tavolato vanno trattati con prodotti specifici, visto che si trovano in un ambiente particolarmente umido? Saranno facilmente soggetti all'attacco di muffe? Se vedrò comparire muffe, posso pulire anche il legno con ipoclorito di sodio? Come si fa nella muratura?

ultimo aggiornamento
02.03.2016 (14.01.2016)
Nr.: 16955


Risposta team esperti Ing. Massimo Del Senno:

Il fatto che le basi dei pilastri siano staccate dal pavimento fa ritenere che i pilastri siano sostenuti da staffe metalliche o dispositivi analoghi, riconducibili allo schema di una forcella ancorata al pavimento solidarizzata al pilastro mediante barre metalliche. Lo spazio fra faccia inferiore del pilastro anche se  “di pochi mm” dovrebbe essere sufficiente ad evitare il contatto con acqua liquida e la conseguente risalita capillare. Se si ha l’impressione che questo spazio sia esiguo lo si può aumentare con un intervento meccanico (rimozione di parte del pilastro sottostante alle barre di solidarizzazione). Questo nell’ipotesi che la struttura sia realizzata come sopra descritto. Data la probabilità di un clima locale favorevole ad umidità elevate degli elementi lignei se ne consiglia il controllo con una certa frequenza, anche se la presenza di un sistema di riscaldamento (di solito il bagno è uno degli ambienti più caldi di un’abitazione) dovrebbe evitare problemi. Nell’eventualità di un  insediamento di muffe (anche questo poco probabile se il locale è riscaldato e normalmente ventilato) si dovrà procedere ad un intervento meccanico (spazzolature, alla peggio leggera carteggiatura) prima di una pulizia finale con ipoclorito di sodio.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.