Le aziende produttrici di fabbricati in legno prefabbricati con struttura a telaio o x-lam devono possedere certificazione CE?

anonimo: Le aziende produttrici di fabbricati in legno prefabbricati con struttura a telaio o x-lam devono avere la certificazione CE delle pareti o avendo l'abilitazione a "centro di trasformazione" rilasciata dal CSLP basta che utilizzino materia prima certificata CE?

ultimo aggiornamento
10.10.2014 (21.05.2013)
Nr.: 14967


Risposta team esperti Marco Luchetti:

In merito ai sistemi costruttivi in legno, al fine di chiarire l’argomento, va ribadito l’orientamento che vuole l’attivazione dell’ETA (Benestare Tecnico Europeo secondo CPD / Valutazione Tecnica Europea secondo CPR) »a richiesta del fabbricante«, così che, se il produttore non richiede l’ETA, non potrà  parlarsi di alcuna obbligatorietà  con riguardo a quella produzione.

In altre parole non puo parlarsi di obbligo quando la procedura è ad iniziativa del soggetto interessato, ovvero attivabile a sua richiesta.

Quindi un costruttore che abbia un progetto redatto da strutturista abilitato, puo agire attraverso la »sola« denuncia di attività  come centro di lavorazione a patto che i materiali utilizzati siano coperti dalle certificazioni richiamate dal par. 11.1 del DM 14.01.08 (quali, in sintesi: marcatura CE / qualifica ministeriale / ETA o in alternativa Certificato di Idoneità  Tecnica).


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.