Nel caso di flessione deviata come effettuare la verifica a taglio?


anonimo: Vorrei sapere se, nel caso di travi rettangolari aventi gli assi x ed y della sezione inclinati di un'angolo alfa rispetto all'orizzontale pari alla pendenza della copertura (mi riferisco alle terzere o agli arcarecci o anche ai travetti nel caso vengano disposti non lungo la linea di massima pendenza della falda ma perpendicolarmente ad essa), lo sforzo di taglio si calcola utilizzando la formula valida nel caso in cui alfa=0 (3/2xT/bxh) o se va utilizzata qualche altra formulazione.

ultimo aggiornamento
10.10.2014 (08.06.2011)
Nr.: 12679

Parole chiavi: normativa

Risposta

Nel caso di un arcareccio (orientato cioè con le sue due facce minori della sezione secondo l’inclinazione della falda, si veda figura a lato), le verifiche di resistenza (flessione e taglio), si eseguono scomponendo le azioni sollecitanti lungo gli assi principali della sezione, ottenendo le componenti qz = q«¢cosα e qy = q«¢senα, orientate rispettivamente lungo l'asse z e lungo l'asse y, e determinando le componenti di flessione Mz e My e di taglio Vz e Vy con le formule note della scienza delle costruzioni (la formula indicata corrisponde al caso generale di Jourawski nel caso di sezione rettangolare).

Nel caso della flessione le verifiche vengono effettuate con le formule di combinazione 6.11 e 6.12 della EN 1995 (Eurocodice 5 si vedano le espressioni riportate nella figura a lato).

Nel caso del taglio non vengono date indicati particolari nella EN 1995 riguardo la verifica in condizioni di taglio "combinato" (si vedano le espressioni dell'Eurocodice 5 per il taglio semplice riportate nella figura a lato). Nel caso di flessione deviata una possibilità , in mancanza di indicazioni diverse, è quella di effettuare una semplice sovrapposizione degli effetti determinando la sollecitazione di taglio globale agente ed effettuando la verifica in accordo con l'espressione 6.13 dell'Eurocodice (si veda a questo proposito l'esempio di calcolo riportato nel paragrafo 4.1.4.1 del Manuale Hoepli "Strutture in legno" di Piazza, Tomasi, Modena). Alternativamente è possibile utilizzare una formula di combinazione per le verifiche a taglio proposta dalla norma DIN 1052 nel caso di flessione deviata (si vedano le espressioni della DIN 1052 riportate nella figura a lato).

Ing. Roberto Tomasi

Figura 4.32 Manuale Hoepli "Strutture in legno", Piazza Tomasi Modena


categoria: Statica e calcolo,
In collaborazione con Timber Tech