Nel caso di utilizzo di travi di legno massiccio recuperate da edifici esistenti, a quale norma di classificazione del legno massicio devo fare riferimento?

Andrea Greggio, PD (Ingegnere): Se in una nuova costruzione, di nessun interresse per i Beni Culturali, decido di utilizzare per l'orditura portante del coperto, travi in legno massiccio vecchie (recuperate da altri cantieri), per la classificazione a vista di questi elementi devo fare riferimento alla UNI EN 10035:2003 o alla UNI 11119:2004 (premetto che non conosco dettagliatamente il contenuto di quest'ultima normativa)? Se fossero travi smontate da un edificio di particolare interesse storico, posso usare la sola UNI 11119?

ultimo aggiornamento
31.01.2012 (27.01.2012)
Nr.: 13616


Risposta team esperti Ing. Roberto Tomasi:

La norma UNI 11119 è relativa ai manufatti lignei nell'ambito dei beni culturali (sottotitolo: Strutture portanti degli edifici - Ispezione in situ per la diagnosi degli elementi in opera). 

Oggetto e campo di applicazione sono i seguenti:

"La presente norma stabilisce obiettivi, procedure e criteri per la valutazione dello stato di conservazione e la stima delle prestazioni di elementi lignei in opera nelle strutture portanti di edifici compresi nell'ambito dei beni culturali"

L'utilizzo di tale norma è quindi giustificato, nei campi di applicazione indicati, dalla necessità  di rendere applicabile agli elementi strutturali lignei in opera il metodo della classificazione secondo la resistenza, anche quando le condizioni operative sono significativamente diverse da quelle riscontrabili nella normale classificazione dei segati a piè d'opera. Sono sempre tuttavia pienamente applicabili le metodologie di classificazione previste dalla UNI 11035 purché siano soddisfatte una serie di condizioni richieste dalla norma che non sempre è possibile riscontrare in opera (in particolare, la visibilità  e accessibilità  dell'elemento devono essere estese ad almeno 3 lati e ad una delle due testate).

Il caso della classificazione meccanica di elementi lignei recuperati da strutture esistenti per il riuso non rientra negli ambiti indicati dalla UNI 11119. In tale caso si ritiene pienamente applicabile per le classificazione solamente la UNI 11035, che indica come campo di applicazione, in maniera piö generale, il legname destinato all'uso in strutture portanti (con la sola esclusione di elementi incollati o assemblati).

Si deve infine rammentare la differenza fondamentale esistente tra un elemento ligneo in opera, per il quale risulta essere chiaro il concetto di "zona critica" (così come riportato al par. 3.13 della norma UNI 11119), e un elemento fuori opera, per cui ci si riferisce al "difetto peggiore, ovunque esso sia situato" (par. 4.1, norma UNI 11035-1).

prof. Maurizio Piazza


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.