Nella verifica al fuoco di una parete in XLAM devo considerare l'azione del fuoco presente su entrambi i lati della parete?

anonimo: Per quanto riguarda la verifica di una parete CTL esposta al fuoco, nell'EC5 parte 2 (antincendio) punto 5.2 (1)P "si raccomanda" che la verifica in condizioni di incendio di una parete CLT debba essere eseguita ipotizzando il fuoco presente su entrambe le facciate della parete. E' giusta la lettura della norma? Perché questa interpretazione porta a dover sovradimensionare parecchio una parete ed aumentare il suo numero degli strati per non dover verificare un singolo strato, oppure aggiungendo importanti rivestimenti al fine di ridurre il tempo di carbonatazione.

ultimo aggiornamento
14.03.2016 (09.12.2015)
Nr.: 16907


Risposta team esperti Ing. Andrea Bernasconi:

La situazione incendio prevede che l'incendio si sviluppi in un determinato compartimento, e non contemporaneamente in diversi compartimenti. Le pareti strutturali di un edificio possono quindi essere sottoposte all'azione dell'incendio su un solo o su due lati, in funzione della compartimentazione e quindi della configurazione dell'edificio. Una parete, le cui due facciate si trovano nel medesimo compartimento, potrà essere attaccata dal fuco contemporaneamente su entrambi i lati. Una parete che funge da divisione compartimentante potrà essere attaccata dal fuoco su uno solo dei due lati, in funzione di quale compartimento è soggetto della situazione di incendio.  


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.