I pannelli di compensato sono tossici?

anonimo: Nel 1972 ho acquistato un appartamento in un condominio dove l'ingresso al piano terra era rivestito di due strati di legno compensato incollati l'uno all'altro, quindi dipinti e montati direttamente contro il muro. Nel tempo una parte si è danneggiata con l'umidità, creando muffa e cattivo odore, quindi abbiamo chiamato un falegname che ha riferito che si dovevano sostituire tutti i pannelli in quanto tossici, anzi, quel tipo di rivestimento in legno è stato ritirato dal commercio oltre 20 anni orsono poiché cancerogeno e quindi molto pericoloso per la salute. Non so come procedere con gli altri condomini in quanto ho la quasi certezza che non mi crederanno.

ultimo aggiornamento
15.12.2016 (22.11.2016)
Nr.: 17786

Categoria: Trattamenti

Risposta team esperti Ing. Massimo Del Senno:

Innanzitutto occorre essere certi che si tratti di legno compensato e non di un altro tipo di pannello.

In caso affermativo bisogna conoscere la colla utilizzata. Se si tratta di una resina ureica esiste la possibilità di emissione di formaldeide e devono essere rispettati i limiti fissati per legge dal decreto ministeriale 10 ottobre 2008 che impone che prodotti a base di legno incollati con resina ureica possono essere messi in commercio sul territorio della repubblica italiana solo se la concentrazione di formaldeide da essi determinata in una camera di prova (metodo UNI EN 717-1) è inferiore a 0,1 parti per milione (0,124 mg/m3). Si tratta della cosiddetta classe di emissione E1, che nella norma UNI EN 1084 del 1997 relativa al compensato corrisponde alla classe A  per la quale l’emissione, misurata secondo il metodo della UNI EN 717-2 (“gasanalisi”) non deve superare i 3,5 mg/m2h.

Nel caso in questione occorre rivolgersi ad un ente specializzato per verificare la classe di emissione del materiale oppure misurare la concentrazione di formaldeide nell’ambiente di cui si tratta. Si fa notare che l’emissione può essere fortemente ridotta (fino a rientrare nei limiti prescritti) dalle finiture eventualmente utilizzate.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.