Per la realizzazione di un tetto ho proposto di usare uno strato di lana di pecora come coibente con sotto, a contatto diretto con le perline, un freno al vapore e sopra i tavelloni un telo traspirante, ma il muratore vuole usare la guaina catramata saldata direttamente senza ventilazione. Secondo voi è possibile evitare la condensa in questo modo?

Gianni Ibba, OR (Geometra): Attualmente sto lavorando al recupero di un vecchio edificio. Il tetto, che è in buone condizioni, è costruito con correnti e tavelloni in laterizio. Nella parte superiore non c'è guaina. Ora il problema è questo: il committente vuole che il tetto sia isolato e rivestito in perlinato da sotto. Essendo un edificio di piccole dimensioni con problemi di traspirazione negli infissi, (alluminio), gli ho proposto di usare uno strato di lana di pecora come coibente con sotto, a contatto diretto con le perline, un freno al vapore e sopra i tavelloni un telo traspirante, ma il muratore vuole usare la guaina catramata saldata direttamente senza ventilazione. Secondo voi è possibile evitare la condensa in questo modo?

ultimo aggiornamento
05.11.2015 (12.12.2011)
Nr.: 13478


Risposta team esperti Günther Gantioler:

I tetti in legno inclinati, vanno ventilati, e devono avere risolto il problema della traspirabilità  al vapore. Per risolvere il problema della traspirabilità  esistono solitamente due possibili soluzioni: la prima è una corretta combinazione di freno vapore e telo traspirante, che assieme alla ventilazione, garantiscono che la copertura non avrà  problemi. La seconda soluzione, quella sconsigliata, è quella di chiudere definitivamente il tetto alla diffusione al vapore. Con questa seconda ipotesi pero c'è la necessità  di DIMOSTRARNE la sua validità . Potrebbe anche essere una soluzione valida quella di chiudere il tetto, ed infatti nei tetti piani o in altri casi particolari la si adotta. Ma non è possibile affermare a priori che tale soluzione sia efficacie: è necessario quindi realizzare un calcolo di simulazione dinamica della formazione delle condense, tramite software specifici, come ad esempio »Wufi«. Inoltre è consigliabile, in questi casi provvedere all'installazione di un impianto di ventilazione meccanica controllata, con recupero di calore ovviamente, al fine di avere un regolazione dell'umidità  interna. Ci sembra percio che la sua proposta (freno vapore e telo traspirante) sia piö immediata e funzionale allo scopo.

 


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.