Peri i parametri termici, acustici e di resistenza al fuoco di alcune tipologie di pareti, solai e coperture in legno si puo utilizzare la normativa DIN?

Stefano Moravi, BZ (Ingegnere): Devo verificare i parametri termici, acustici e di resistenza al fuoco di alcune tipologie di pareti, solai e coperture in legno. Mentre per i parametri termici è consuetudine il calcolo analitico dei vari parametri, diverso è per i parametri acustici e di resistenza al fuoco. La DIN (DIN 4109 per l'acustica e alla DIN 4102 per quanto riguarda l'antincendio) risolve i problemi con tabelle molto complete che consentono di identificare la stratigrafia in oggetto all'interno di ranges di valori per i vari elementi che la costituiscono. Le tabelle Dataholz appaiono piö specifiche, meno "elastiche" di quelle DIN. E' possibile "estendere" il loro utilizzo? Per la resistenza al fuoco appare inoltre fattibile il calcolo analitico per il solo parametro R tramite ad esempio la
UNI EN 1995-2:2005, mentre la DIN fornisce le resistenze per elementi portanti e/o separanti.Voi cosa suggerireste? La classificazione acustica e antincendio secondo DIN è accettabile in Italia?

ultimo aggiornamento
10.10.2014 (30.09.2008)
Nr.: 8017


Risposta team esperti Günther Gantioler:

Per la stima delle prestazioni passivi acustici di edifici va benissimo la DIN. Soprattutto nel caso di edifici in legno è uno strumento facile e abbastanza buono. Il nostro consiglio è quello di tenersi sempre almeno 6 DB di margine sicurezza per gli errori in cantiere. Questo tenendo conto comunque già  in partenza di tutti i disturbi degli elementi (come finestre/cassonetti/impianto elettrico e sanitario).
Per l'antincendio in edifici in legno è importante di tenere sotto occhio non soltanto il parametro R ma anche i parametri EI. Sotto questo aspetto non sono sviluppate le tabelle DIN. Consigliamo di chiedere i certificati dei produttori.
Se si dev'essere esatti nella stima di abbattimento acustico e di protezione incendio, deve per forza ricorrere ai certificati della situazione esattamente uguale a quello che vuole costruire (praticamente impossibile).
Le tabelle DIN sono una buona possibilità  di stima ma la complessità  soprattutto nell'acustica deve vedere i valori calcolati/tabulati sempre con un occhio diffidente. Soltanto con molta esperienza in stima e conseguente controllo in cantiere, si riesce a formare »l'occhio« alla situazione particolare.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.