Potete fornirmi un parere sulla stratigrafia di parete che mi è stata proposta?

anonimo: Vorrei realizzare una casa monopiano di 100mq in legno con VMC, nella provincia di ancona, zona climatica D.
La statigrafia della parete che mi potrebbe realizzare l’azienda scelta è la seguente:
«¢ intonaco armato
«¢ lana di roccia ad alta densità 
«¢ OSB classe III
«¢ Poliestere espanso sinterizzato con grafite a celle chiuse
«¢ OSB classe III
«¢ Cavedio con Listello per ventilazione (5-6 cm di spessore), spazio utilizzato anche per far passare gli impianti
«¢ pannello in fibrogesso.

Le chiedo se siano necessarie le guaine ad alta traspirabilità  all’esterno e il freno vapore all’interno?
Il costruttore mi ha detto che non hanno senso perché l’intonaco esterno che utilizza come tutti gli intonaci non lascia passare ne aria ne l’umidità .
Ci potrebbe essere il rischio di creazioni di muffa nei pannelli di OSB ? OSB che verranno messi anche come copertura sul tetto areato, in questo caso coperti da un telo impermeabile e poi da tegole. Quale legno potrei utilizzare che mi garantisca contro l’umidità /muffa? La lana di roccia è OK come isolante termoacustico nella parete/tetto?

ultimo aggiornamento
10.10.2014 (04.05.2012)
Nr.: 13973


Risposta team esperti Günther Gantioler:

Vediamo di rispondere con ordine. Come prima cosa, è difficile valutare la struttura se non conosciamo gli spessori di tutti i materiali, in particolare degli isolanti. Quello che le possiamo dire, sarà  quindi di carattere generale, e non specifico di questa struttura.

1) No, non sono necessarie altre guaine, a patto che i pannelli OSB siano nastrati con apposito nastro a tenuta lungo tutte le giunzioni, nodi, variazioni di geometria. L'intonaco usualmente non entra in questo tipo di valutazioni, perché se è vero che è impermeabile all'aria e all'acqua, non lo è al vapore, così come avviene per un'infinità  di materiali...

2) Non avendo ulteriori dati specifici sui materiali, per avere la certezza che non vi siano condense superficiali o interstiziali, chieda al suo costruttore di farle avere un calcolo secondo noma UNI EN ISO 13788, che comunque dovrebbe avere già  eseguito o esserne in possesso per poter costruire a norma. Questo vale per qualunque costruttore, non solo per il legno ma anche per il tradizionale in mattoni o cemento...

3) Il tipo di legno in questo caso non ha alcuna importanza: l'impermeabilizzazione è garantita dalle tegole, e dal telo impermeabile (che pero dev'essere traspirante, valore sd = 0,02 metri), mentre per quanto riguarda umidità  e muffe, vale comunque quanto detto nel punto 2.

4) La lana di roccia è un ottimo materiale fonoassorbente, anche se noi preferiamo la fibra di legno per questioni di salubrità . Ricordi pero che il singolo materiale inserito in una stratigrafia non fa la differenza da solo: è l'intero pacchetto che deve essere studiato, valutato e poi montato con perizia. Al contrario il polistirene (e tutti i materiali rigidi e leggeri) sono pessimi fono-assorbenti e pessimi fono-isolanti. Se ha dei dubbi, le consigliamo di rivolgersi ad un energy manager professionista che valuterà  e calcolerà  tutti questi parametri.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.