Quale accorgimento si dovrà adottare nel caso di travi lignee per evitare eccessive deformazioni di flessione?

Lorenzo Bartolini , RM (Docente): In una casa di campagna, a sostegno di falde di tetto, orizzontalmente in corrispondenza della linea di gronda, sono state poste in opera travi lamellari di sezione 25x18 lunghe m 6, e nella parte centrale due appaiate della stessa sezione lunghe m 12.
Per evitare l'incurvamento dovuto al peso le travi sono state temporaneamente puntellate con "cristi". L'impresa sostiene che col tempo (circa 2 anni a detta loro...) le travi saranno stagionate e presenteranno maggior resistenza alla flessione.
E' vero questo? oppure si dovrà adottare qualche altro accorgimento per evitare la flessione?

ultimo aggiornamento
29.10.2016 (11.07.2016)
Nr.: 17493


Risposta team esperti Ing. Roberto Tomasi:

Non e' veramente chiaro il motivo per cui si deve effettuare una fase di "puntellamento" temporaneo delle travi in legno lamellare, a meno che non si tratti di una struttura mista legno calcestruzzo che richiede quindi un tempo di indurimento della soletta.

Non ha inoltre molto senso parlare di "stagionatura" nel caso del legno lamellare, in quanto le travi vengono prodotte a livello industriare da tavole con un livello di stagionatura gia' compatibile con le condizioni di esercizio (si veda per esempio la news correlata).


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.