Quale è il rilascio di formaldeide da parte dei pannelli OSB?

anonimo: Stiamo valutando di acquistare una casa in legno, perchè convinti sia una soluzione piö ecologica per noi e per il nostro pianeta. Abbiamo analizzato molti cataloghi, ma quasi tutti sia in Xlam, che Platform-frame usano pannelli OSB contenenti formaldeide. Da questo autunno, la formaldeide è accertato sia cancerogena anche per l'uomo. Dai cataloghi l'OSB 3 con classe di emissione formaldeide E1 emette 8 mg. di formaldeide per ogni 100 gr. di OSB.
La domanda è questa: utilizzando OSB 14 mm in una casa da 100 mq in 3 lastre l’emissione di Formaldeide = 8 mg ogni 100 gr Pari a 80 gr per tonnellata. In una casa in legno ci sono almeno 1200 mq di pannelli OSB 3 circa 16,80 Metri cubi per 650 kg di densità  quindi sono circa 11 Ton. di OSB per una emissione di formaldeide di oltre 850 grammi! Ma non è pericolosissimo?

ultimo aggiornamento
05.11.2015 (22.12.2010)
Nr.: 11301


Risposta team esperti Ing. Massimo Del Senno:

La grande maggioranza degli adesivi utilizzati nella produzione di pannelli a base di legno è a base di resine di policondensazione urea-formaldeide o fenolo-formaldeide. In queste resine la formaldeide è«bloccata« insieme all’altra specie chimica, per formare una struttura solida, estremamente stabile nel caso delle resine fenoliche, le cui emissioni sono di fatto trascurabili (la Bachelite è una resina, anzi la prima resina sintetica, fenolo-formaldeide, e non costituisce un rischio ambientale. Diverso è il caso delle resine urea-formaldeide, in cui è presente una quantità  (dell’ordine di qualche percento) di formaldeide in eccesso sull’urea, e in cui la resina condensata puo, in condizioni severe di umidità  e acidità  dell’atmosfera, essere soggetta a una parziale (lentissima) idrolisi con rilascio di formaldeide. Le tecnologie produttive oggi adottate sono pero tali da contenere le emissioni, anche da pannelli legati con resine ureiche, ben al di sotto dei valori necessari per causare nell’atmosfera concentrazioni pericolose.

In particolare la classe di emissione »E1«, per i prodotti le cui proprietà  sono fissate dalla norma UNI EN 13986:2005 (Pannelli a base di legno per l'utilizzo nelle costruzioni - Caratteristiche, valutazione di conformità  e marcatura), come sono i pannelli OSB,  viene attribuita a prodotti che determinano in una camera di prova un a concentrazione costante di formaldeide inferiore a 0,12 mg/m3 (0,1 ppm), concentrazione sulla cui non nocività  a lungo termine c’è un generale accordo.

Il clima della camera di prova è 23°C e umidità  relativa 43%, un ricambio d’aria completo ogni ora con velocità  e un fattore di carico di 1 m2 di pannello esposto per ogni m3 di volume della camera. (Norma UNI EN 717-1)

Dato che  non è tecnicamente proponibile una misura diretta della concentrazione in camera standard per tutto il materiale prodotto (per arrivare a regime potrebbero essere necessarie parecchie settimane), si ricorre a determinazioni indirette, cioè alla valutazione di parametri che l’esperienza (decenni di ricerche) ha dimostrato essere correlati con la concentrazione in camera standard. Tra questi metodi indiretti c’è la ricerca del contenuto di formaldeide »libera« (meglio sarebbe dire »estraibile«) nel materiale, (metodo detto »perforatore«, norma UNI EN 120) che è quello cui si riferisce il limite riportato di 8 mg di formaldeide per 100 g di pannello secco, che nelle condizioni citate della camera standard determina una concentrazione di 0,1 ppm.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.