Quale può essere la causa della deformazione permanente e della conseguente non corretta chiusura di infissi in legno di rovere?

anonimo: Ho acquistato finestre e portelloni di rovere alla romana con doghe orizzontali, mi trovo d'inverno a non riuscire a chiudere i portelloni poiché si incurvano i montanti di battuta così che sia la parte alta che quella bassa si vanno a toccare ed anche i montanti posti vicino agli imbotti si incarnano. Parlando con i falegnami questi sostengono che la colpa possa essere dell'acqua che entra negli imbotti e viene poi assorbita dai portelloni. Voi cosa ne pensate?

ultimo aggiornamento
04.12.2014 (26.10.2014)
Nr.: 15890


Risposta team esperti Ing. Massimo Del Senno:

Tutti i problemi di deformazione o comunque di variazione dimensionale del legno sono dovuti a variazioni di umidità, sia per un contatto con acqua liquida, sia per un aumento (o, simmetricamente una diminuzione) dell’umidità ambientale. Alla variazione dimensionale è sempre associato, anche in assenza di difetti un più o meno marcato imbarcamento, dovuto all’anisotropia del legno. Se, come è stato detto, ci sono infiltrazioni d’acqua va individuata la loro origine per procedere ad un risanamento, senza il quale l’inconveniente segnalato è destinato a perdurare ed aggravarsi.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.