Quale puo essere la causa di accumuli di condensa in una copertura di recente realizzazione?

nicola riato, VI (Altro: insegnante): Nella mia abitazione è presente un tetto ventilato in legno a due falde. L'abitazione ha circa quattro anni (ci abito da due). Al termine dell'inverno scorso ho notato al di sotto della parte sporgente della falda a nord (per capirsi sulle perline inferiori comprese tra muro e linea di gronda) dell'umidità  di condensa che ha slavato la vernice delle perline stesse. Ora, a primavera inoltrata, si notano su alcune travi segni di umidità  residua con accenni di muffe, e su altri elementi in legno alcune striature che sembrano segni di calcare (residui di evaporazione). Nella parte interna, tutta con travi a vista, non ho notato per ora problemi analoghi. La ditta costruttrice ha fatto un sopralluogo e non ha notato nulla al di sotto delle tegole, ma da quanto leggo nelle varie risposte potrebbe trattarsi di un problema di condensa. Visto che questi problemi li sto notando solo sulla falda a nord, è in qualche modo possibile che la condensa sulla parte esterna del tetto derivi dall'umidità  accumulata all'interno della muratura (preciso che sulla stessa parete ho avuto segni di umidità  internamente)? Si tratta invece di un problema legato alla ventilazione della copertura? In questo caso, quale tipo di intervento sarebbe necessario per individuare il problema e risolverlo?

ultimo aggiornamento
05.11.2015 (18.05.2010)
Nr.: 10495


Risposta team esperti Günther Gantioler:

Abbiamo già  dovuto affrontare problemi simili, con le caratteristiche che ci ha elencato. Il problema molto probabilmente è una carenza di tenuta all'aria, in prossimità  dell'attacco tetto-parete. Nei casi che abbiamo dovuto risolvere abbiamo verificato gli stessi »sintomi«: durante i mesi invernali, l'aria calda all'interno dell'abitazione, è naturalmente spinta ad uscire all'esterno per differenza di temperatura e densità  (tipo mongolfiera, tanto per capirci). Se la tenuta all'aria non è ottimale, e la fuga principale è localizzata in una zona ben precisa, l'aria che fuoriesce entra in contatto con quella fredda esterna, e condensa, molto velocemente (non è infatti »frenata« dai teli freno vapore!). Lo strato di ventilazione non è in grado di asciugare quest'acqua che inevitabilmente cola sulle perline come da lei evidenziato. Le consigliamo di eseguire un test di tenuta all'aria, e di fare valutare bene la situazione dall'energy manager che eseguirà  la verifica.

 


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.