Si possono usare elementi in falso nel sopraelevare una struttura in legno sopra una struttura in ca esistente?

Marco Nalli, MC (Ingegnere): Sono in presenza di un fabbricato seminterrato esistente realizzato con pareti in ca e solaio piano di copertura in latero-cemento (dm '96). Ai fini delle verifiche strutturali ai sensi della vigente normativa antisismica, l'ipotesi di sopraelevare il fabbricato stesso con una struttura a telaio in legno platform frame o con pareti in x-lam vincolati sia ai cordoli esistenti soprastanti i setti in ca che a vari punti in falso del solaio in latero cemento, è percorribile? Di fatto una parte degli elementi della nuova struttura in legno andrebbe a scaricare sia il proprio peso che l'az. sismica in falso sul solaio esistente senza consegnare direttamente i carichi alla fondazione, a meno di non aggiungere nuovi pilastri o elementi verticali al piano seminterrato. Ritenete che esistono soluzioni più "semplici"?

ultimo aggiornamento
29.10.2016 (26.02.2016)
Nr.: 17145

Categoria: Normativa

Risposta team esperti Ing. Roberto Tomasi:

Le strutture in falso devono essere sempre trattate con attenzione, seguendo anche le indicazioni della norma. La presenza di elementi in falso impone in ogni caso l'analisi delle componenti verticali dell'azione sismica.

Per quanto riguarda le strutture in legno non esiste nella versione attuale della norma un divieto esplicito di utilizzare pareti lignee in falso su strutture in cemento armato, anche se esistono ragioni tecniche per valutare con una particolare attenzione progettuale queste possibilità. Nel caso di strutture esistenti in cemento a maggior ragione si ritiene di valutare con attenzione le possibilita' per i solai di trasmettere i carichi verticali in fondazione.

Si rimanda alle news correlate per maggiori approfondimenti su questi aspetti.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.