Vorrei chiederLe un chiarimento in merito al calcolo delle intercapedini d’aria per copertura inclinata indicato nella UNI 6946

anonimo: Vorrei chiederLe un chiarimento in merito al calcolo delle intercapedini d’aria per copertura inclinata indicato nella UNI 6946.
1) Considerando una porzione di copertura di 1 metro quadrato, con lati lungo la linea di gronda e la linea di falda, abbiamo:
«¢ in caso di coperture debolmente ventilate si avrà  un altezza di intercapedine compresa tra 0,5 mm e 1,5 mm (il che significherebbe che se ho ad esempio una falda lunga 5 metri i valori saranno compresi tra 2,5 mm e 7,5 mm) è corretto?
«¢ in caso di coperture fortemente ventilate si avrà  un altezza di intercapedine maggiore di 1,5 mm (il che significherebbe che se ho ad esempio una falda lunga 5 metri i valori saranno maggiori 7,5 mm: è corretto?
2) Il tetto di tipo tradizionale, realizzato con un rivestimento in coppi, puo essere considerato debolmente ventilato?

ultimo aggiornamento
30.09.2014 (19.10.2012)
Nr.: 14396

Categoria: Ventilazione

Risposta team esperti Günther Gantioler:

Il calcolo delle intercapedini d’aria non, debolmente o fortemente ventilate secondo la UNI 6946 si riferisce a resistenze termiche (anche superficiali) a corrispondere a tali intercapedini. Noi consigliamo il tetto macro ventilato cioè di almento 4-5 cm, che percio è da considerare sempre fortemente ventilato e percio da escludere dal calcolo della trasmittanza.

Per il resto le sue considerazioni di calcolo erano giuste.

 


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.