Vorrei chiedervi come realizzereste la stratigrafia di un tetto in legno a Sicurasa onde evitare il caldo e la formazione di condenza.

Roberto De Masi, SR (Altro: impiegato): Scrivo da Siracusa dove mi appresto a realizzare un villa con struttura in CA e tetti in legno a vista. I tetti avranno una pendenza di circa il 20% ed un altezza che varia da un massimo di 4 m ad un minimo di 2.7. L'impianto di riscaldamento/condizionamento sarà  realizzato con una PDC aria/acqua alimentata da fotovoltaico. Vorrei chiedervi come realizzereste la stratigrafia del tetto onde evitare il caldo siculo e la formazione di condenza.

ultimo aggiornamento
05.11.2015 (28.09.2010)
Nr.: 10965


Risposta team esperti Günther Gantioler:

Una possibile stratigrafia che soddisfi le sue esigenze puo essere la seguente:

 

1. Travi strutturali a vista

2. Perlinato in legno al naturale

3. Freno vapore (non barriera), con valore Sd = 2 metri

4. Almeno 20 centimetri di isolante in fibra di legno, meglio 24, soprattutto per la protezione dal caldo estivo, e per un migliore sfasamento e riduzione d'ampiezza, e per una corretta collaborazione con i pannelli fotovoltaici.

5. Telo traspirante impermeabile, con valore Sd=0,2 metri

6. Listellatura di ventilazione, con ingresso di aria in gronda e colmo ventilato per la fuoriuscita

7. Listellatura porta tegole

8. Tegole


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.