Vorrei conoscere le differenze in termini tecnologici tra il legno lamellare ed il legno massiccio.

anonimo: Vorrei conoscere le differenze in termini tecnologici tra il legno lamellare ed il legno massiccio. Quale tipo di legno naturale non trattato con colle e' meglio indicato per soppalchi e loggiati (tenendo in considerazione qualita', paese di provenienza e la bio architettura)?

ultimo aggiornamento
04.03.2009 (01.03.2009)
Nr.: 8548


Risposta team esperti Ing. Roberto Tomasi:

Per conoscere le differenze tra legno massiccio e legno lamellare in termini tecnologici (basi tecniche, parametri fisici, parametri ecologici, dimensioni tipiche, caratteristiche di resistenza etc.), puo consultare il catagolo dataholz (www.dataholz.it). Nella pagina di dataholz dedicata alle travi puo trovare la descrizione anche altri prodotti lineari incollati (bilama trilama, KVH, Parallam).

La specie legnosa piö utilizzata per ambienti esterni è senza dubbio il larice: anche utilizzando elementi in massiccio di larice si dovrebbe comunque provvedere a misure di protezione di tipo "costruttivo" (quindi senza l'applicazione di prodotti particolari), atte ad evitare un'azione diretta delle intemperie (si vedano le news pubblicate sul tema della protezione costruttiva). Nel caso in cui elementi in legno rimangano esposti direttamente all'azione del sole e dell'acqua, si deve comunque prevedere la loro sostituibilità  dopo un certo numero di anni (con un aspettativa di vita dai 15 ai 25 anni); viceversa se l'elemento è bene protetto le garanzie di vita sono ben maggiori.

Dal punto di vista della sostenibilità  ambientale occorre verificare la provienza del materiale da foreste certificate: il legno di larice di provenienza europea non dà  generalmente problemi in questo senso.

 


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.