Vorrei un chiarimento alla domanda "Le aziende produttrici di fabbricati in legno prefabbricati con struttura a telaio o x-lam devono possedere certificazione CE?"

anonimo: In merito alla vostra risposta alla domanda "Le aziende produttrici di fabbricati in legno prefabbricati con struttura a telaio o x-lam devono possedere certificazione CE?", come ci pone nei confronti del regolamento europeo n. 305/2011 (capo 1 art 2)? Soprattutto, senza un eventuale aggiornamento del DM 14.1.08, ha maggior peso il decreto o il regolamento europeo?

ultimo aggiornamento
10.10.2014 (31.03.2014)
Nr.: 15445

Categoria: Marcatura CE

Risposta team esperti Marco Luchetti:

Relativamente la questione della gerarchia delle fonti è palese che un regolamento europeo sia ad un livello superiore rispetto ad una legge nazionale. 

Allo stesso modo è utile rammentare che la decisione della Commissione Europea (rif. 06/716) espliciti che non si puo parlare di obbligo di marcatura secondo specifico ETA in quanto (in via semplicistica) l’attivazione della procedura risulta a carico del soggetto richiedente (fabbricante interessato). 

Quindi in attesa che venga formalizzata una specifica norma armonizzata europea (vedi i lavori in essere per l’approvazione della prEN 14732 »Structural prefabricated wall, floor and roof elements – requirements«) e definito relativo periodo di coesistenza non esiste obbligo di marcatura del pacchetto o kit. 

Naturalmente rimane cogente per il fabbricante e centro di lavorazione procedere, ciascuno per sua competenza, a certificare o qualificare i singoli prodotti (ad uso strutturale) secondo le casistiche espresse nelle Norme Tecniche per le Costruzioni e relativa Circolare Esplicativa n. 617.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.