Vorrei un consiglio sulla stratigrafia di una copertura

anonimo: Sto pensando il mio tetto in legno per la mia futura abitazione, costituito in questa maniera: travi in legno in abete uso fiume sezione 34 x 34 cm, pannello X Lam dello spessore di 14 cm, freno al vapore con valore Sd = 2 metri, isolamento termico Stiferite GT (3n strati) per un totale di 21 cm, telo traspirante impermeabile con valore Sd = 0,2 metri, intercapedine di aria costituita da struttura Wind della pontarolo, strato di CLS alleggerito strutturale Leca con peso 1400 Kg/mc (per poter collegare le cornici e creare una struttura portante tutta in unico blocco), doppia guaina (gradirei consiglio su marca e modello), intercapedine di aria da 10 cm e per tutta la superficie pannelli fotovoltaici. La struttura tra la guaina e il CLS mi crea condensa interstiziale. Cosa ne pensate della mia stratigrafia e come risolvo il problema della condensa?

ultimo aggiornamento
30.09.2014 (01.07.2012)
Nr.: 14181


Risposta team esperti Günther Gantioler:

Non ci sembra che l’elemento sopra la ventilazione sia soggetta a condense interstiziali, che si formano dal vapore interno che migra nella struttura. Arrivata alla ventilazione va portata via e asciugata da quella. Percio non vediamo problemi particolari di condensa interstiziale.


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.