Vorremmo effettuare un recupero energetico a fini abitativi di un sottotetto di recente costruzione (2006). E' necessaria la posa di un freno vapore e telo traspirante? Se sì dove?

anonimo: Vorremmo effettuare un recupero energetico a fini abitativi di un sottotetto di recente costruzione (2006) con tetto costituito da seguenti strati: (interno-esterno)
1) abete (flusso perpendicolare alle fibre) spessore 30 mm;
2) intercapedine aria spessore 2 mm;
3) Pannello in legno con leganti inorganici spessore 40 mm;
4) intercapedine aria spessore 10 mm con flusso ascendente;
5) tegole terracotta spessore 10 mm.
Vorremmo mettere materiale isolante in fibra di legno ad incastro tra le travi di spessore 200 mm e rifinire con pannelli di cartongesso.
E' necessaria la posa di un freno vapore e telo traspirante? Se sì dove?
La posa del cartongesso è meglio con telaio alle travi o con traversine di legno? (anche se quest'ultima soluzione ridurrebbe ulteriormente l'altezza del sottotetto)

ultimo aggiornamento
05.04.2013 (05.10.2012)
Nr.: 14366


Risposta team esperti Günther Gantioler:

La situazione ci sembra abbastanza difficile. Per introdurre qualche margine di sicurezza consigliamo di mettere sul tavolato un telo traspirante da sotto, per garantire la tenuta vento e avere una ulteriore protezione infiltrazioni. La coibentazione da riempimento tra i travetti dovrebbe essere una fibra di legno a media densità  (ca 80 kg) per riuscire a posarla bene. Infine si dovrebbe coprire con un freno al vapore igrovariabile e chiudere direttamente con cartongesso, avvitato a una sottostruttura per garantire la complanarità .

 


La mia domanda alla redazione...

Servizio gratuito di informazione tecnica. Condizioni del servizio.